Telefoni per anziani: la perdita dell’udito e l’uso del telefono

 

Parlare di telefoni per anziani o per non udenti sembra una contraddizione; eppure non è così se si pensa che nel 2015, secondo l’OMS, 700 milioni di persone sono affetti da ipoacusia ed il 49%  sono anziani tra i 70 e 80 anni, il 40% persone tra i 60 e i 70 anni.

La perdita dell’udito ad una certa età è cosa abbastanza frequente: l’ipoacusia può essere dovuta a molte cause (diabete, infiammazione dell’apparato uditivo mal curata, ecc.) e tra queste il progressivo invecchiamento degli apparati neurali e la conseguente perdita della sensibilità uditiva nell’anziano. Gli effetti della perdita uditiva saranno condizionati dagli aspetti psicologici, che variano da persona a persona: influenzeranno la vita quotidiana con una sempre maggiore tendenza ad evitare il contatto con altre persone, portando a variazioni di umore e ad una sempre maggiore attitudine all’isolamento.   Mettere queste persone nelle condizioni di condurre una vita quotidiana normale è un impegno sociale di cui si sono fatte carico anche le aziende che producono telefoni, immettendo sul mercato prodotti idonei a sopperire alle carenze  dei non udenti.

I telefoni per anziani che devono essere utilizzati da un anziano con difficoltà uditive devono necessariamente possedere alcune caratteristiche fondamentali, tra le quali quella, non trascurabile, della compatibilità con i dispositivi o le protesi acustiche, in special modo quelle analogiche.

Telefoni per anziani: alcune informazioni imporanti per scegliere quello giusto

telefoni per anziani

Questi dispositivi non si interfacciano facilmente con i telefoni e spesso si assiste all’effetto larsen , il fischio  per intenderci, che si innesta specie sui toni acuti e alti, se non si dispone di un telefono appositamente realizzato.

Mettere un anziano con problemi di udito in condizione di sentire può salvargli la vita, può semplificargliela, gli rende la sua autonomia domestica e sociale, evitando la pericolosa tendenza all’isolamento.  La vita  può semplificarla anche a chi non ha la possibilità di essere presente 24 ore su 24 accanto al proprio caro e che invece, vorrebbe avere la possibilità di parlargli per assicurarsi del suo benessere.

Riuscite a pensare che cosa voglia dire far squillare un telefono svariate volte e non avere risposta? La mente corre inevitabilmente a qualcosa di brutto che è capitato: tutto questo si può e si deve evitare.

Sono molte le case produttrici che hanno deciso di investire in questo settore della telefonia, producendo apparecchi di ottima qualità e idonei allo scopo.

Che cosa dobbiamo considerare quando decidiamo di comprare dei telefoni per anziani con problemi di udito:

  1. che il telefono abbia un microfono amplificato
  2. che abbia una tecnologia tale da non interferire con i dispositivi per non udenti
  3. un segnale luminoso che, oltre la suoneria, segnali le chiamate in entrata
  4. che abbia l’applicazione di risposta automatica in viva voce
  5. un segnale luminoso che indichi la presenza di chiamate perse

telefono per annziani

Un telefono con queste caratteristiche risolverebbe molti problemi agli anziani con problemi di udito, in special modo a quelli che vivono soli, e darebbero la tranquillità a chi non può stare loro accanto, mettendoli nella condizione di comunicare in ogni momento.

 

Potrebbe Interessarti

Author: Lo Staff

Ciao e Benvenuto. Il Nostro obiettivo è quello di aiutarti e consigliarti nella scelta dei prodotti. Cerchiamo di essere il più dettagliati possibile e lavoriamo costantemente per migliorare il servizio che vi offriamo. Se avete suggerimenti o qualsiasi altra segnalazione, non esistate a scriverci. Qualcuno del nostro staff sarà pronto ad aiutarvi.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *